Alla scoperta della natura: trekking insoliti con il sapore dell’avventura

Facilmente raggiungibile da Milano e Torino, la provincia di Novara è da sempre il terreno prediletto di turisti attenti e curiosi. Un territorio vasto che comprende zone montuose a ridosso di splendidi laghi glaciali a nord – i laghi Orta e Maggiore – alternate a dolci colline adornate di filari nella parte a sud, dove pievi, oratori e cascine appaiono quasi all’improvviso, come dolci miraggi in angoli inaspettati, sotto l’occhio vigile del Monte Rosa.

L’acqua è la grande costante della zona: l’acqua dei fiumi, dei laghi, dei canali e delle risaie allagate, dove ogni passo rivela scorci inusuali. Che sia un tramonto romantico sul lago, il sorgere del sole che illumina l’imponente Monte Rosa, una semplice escursione in famiglia o gite più avventurose, qui potrete dare ampio sfogo alla fantasia, grazie a una fitta rete di sentieri e stradine da percorrere con calma, gustando ogni passo e ogni profilo che si staglia contro il cielo.

Scoprire la favola dei laghi

“Orta sembra dipinta su un fondale di seta”, diceva Piero Chiara, mentre Lord Byron, ammaliato dal Lago Maggiore, soleva dire che “Montagne, onde e cieli non sono forse parte di me, come io di loro?”

I laghi del nord Italia catturano il cuore e affascinano per i contrasti tra l’acqua e le montagne, per le mille sfumature di luci e colori, così diverse in ogni momento della giornata. Il modo migliore per cogliere le infinite tonalità di questi luoghi deliziosi è a piedi ed esistono vari sentieri che collegano tutta la regione, mostrando angoli inusuali. Qui ve ne mostriamo qualcuno.

Da Pettenasco un sentiero conduce alla meravigliosa Cascata del Pescone e al Monte Barro, con vista spettacolare su Orta. Per attimi di tranquillità, il suggestivo giro ad anello della penisola di Orta è incantato: immaginate canneti che affiorano dall’acqua, pontili suggestivi e barche che ondeggiano tranquille. Unite una salita al Sacro Monte di Orta, raggiungibile anche per un sentiero da Bolzano Novarese, per scoprire un gioiello di arte e fede.

 

 

Foto di Alfredo Cerutti - http://www.wildpigs.it/

Camera con vista

Da Omegna potrete raggiungere l’Alpe Mastrolino per panorami da sogno, oppure spingervi fino al Mottarone, una terrazza su sette laghi: a 1492m di altezza, la vista a 360º sulla pianura e sui laghi è strabiliante, poiché comprende i laghi Maggiore, Orta, di Mergozzo, Varese, Comabbio, Monate e Biandronno. Un record.

Sulla sponda orientale del lago d’Orta, dall’antichissimo paese di Ameno, partono percorsi che costituiscono il Quadrifoglio di Ameno: quattro sentieri ad anello studiati da un noto camminatore italiano sulle note della calma, dell’armonia, del risveglio interiore e dell’equilibrio. Magnifici angoli da sogno si rivelano in tutta la loro bellezza, con splendide riserve naturali,  antichi monumenti e abbazie storiche a incorniciare un’esperienza deliziosa.

Tra i due laghi, Coiromonte è la partenza per il Monte dei Falò (1080m) un favoloso punto panoramico chiamato “le tre montagnette” per via delle sue tre punte.

Anche da Nebbiuno o dal vicino Fosseno potrete raggiungere Sass dal Pizz (763m) e il Monte Cornaggia (921m): oltre alle viste incantate, lungo il sentiero trovate numerosi sassi con incisioni cruciformi e coppelle, probabilmente simboli religiosi

 

TRA I DUE LAGHI

Coiromonte è la partenza per il Monte dei Falò (1080m) un favoloso punto panoramico chiamato “le tre montagnette” per via delle sue tre punte.

Vista dal Sass del Piz (763m) - foto Marco Benedetto Cerini

Una provincia da scoprire a piedi

Per un’esperienza a tutto tondo, è stato creato un sentiero che si snoda lungo tutto il territorio provinciale, attraversando colline e montagne, dorsali moreniche e pianure, oltre ai parchi regionali del Ticino, del Monte Fenera, dei Lagoni di Mercurago e delle Baragge.

Sviluppandosi per oltre 200 km, il Sentiero Novara si divide in 19 tappe con difficoltà minime e offre spunti per ogni passione: da chi ama il riflesso del Monte Rosa nelle risaie a chi si vuole fermare per gustare le prelibatezze enogastronomiche, chi invece vuole macinare chilometri su terreni più movimentati, chi ama l’arte e la storia ed è affascinato da pievi medievali, chi è amante del birdwatching o chi vuole addentrarsi in grotte preistoriche. Un percorso davvero affascinante.

IL SENTIERO NOVARA

Sviluppandosi per oltre 200 km, il Sentiero Novara si divide in 19 tappe con difficoltà bassa, un affascinante percorso per tutti.

Riserva naturale del parco dei Lagoni di Mercurago

Sulle orme dei pionieri

Gli amanti della letteratura apprezzeranno gli itinerari nella pianura delle storie di Sebastiano Vassalli, grandissimo interprete del Novecento italiano, che ambientò alcuni suoi racconti – La chimera, Marco e Mattio, Terra d’acque, dedicato a Novara – nella pianura novarese.

Ligure di nascita, ma piemontese d’adozione, i suoi racconti ci trasportano indietro nel tempo e fanno sognare. Si può esplorare Novara, ma anche mettersi nei panni di antichi esploratori. E così ci ritroviamo sulla scia dei cercatori d’oro sulle sponde del Ticino.

Come tutti i fiumi di origine alpine, nel suo letto è possibile trovare oro ed ecco che “Gli ultimi cercatori di mestiere”, come li definiva Vassalli, erano chini a cercare un tesoro. Sono immagini ormai lontane dalla nostra immaginazione, ma ricche di fascino. Andate in cerca di avventurieri e lasciate che la fantasia vi guidi.

L’ORO NEL TICINO

Già Plinio il Vecchio, parla che i romani utilizzavano più di 5000 schiavi per estrarre l’oro dai fiumi della Bassa Gallia, l’attuale Piemonte e Lombardia occidentale.

Il Monte Fenera, una scoperta

Potreste anche andare alla scoperta del Parco del Monte Fenera, partendo da Ghemme, toccando Romagnano, Cavallirio, Boca, con l’imponente santuario antonelliano – volendo potrete spingervi alla vicina Maggiora, patria del motocross e dove sorge Casa Antonelli.

Si continua fino a Grignasco per poi tornare a Ghemme passando da strade interne fino a Prato Sesia. Nel Parco, istituito nel 1987, sono stati rinvenuti reperti archeologici dell’era preistorica. Poco più di 30 km in un angolo della provincia colmo di storia e fascino.

IL PARCO DEL MONTE FENERA

Un’area naturale protetta di 3378 ettari situata sulle colline della bassa Valsesia, attorno al monte Fenera. Si estende sui comuni di Boca, Borgomanero, Cavallirio, Grignasco, Prato Sesia, Valduggia.



Potrebbe interessarti

Terreni da esplorare e passioni da scoprire: la mountain bike dei sogni

Quanta strada ha fatto il “rampichino”. Da una passione a esclusiva di chi voleva  cimentarsi su qualche strada sterrata o sentiero in montagna a...

Mazze, storie e panorami: i luoghi del golf nel novarese

In provincia di Novara e zone limitrofe ci sono campi da golf prestigiosi nel raggio di pochi chilometri l’uno dall’altro. Siamo il vostro caddy:...

Protagonista nel mito e nella storia: a cavallo in provincia di Novara

Dai cavalli di San Marco a Venezia ai famosi affreschi trecenteschi di Simone Martini (Guidoriccio da Fogliano) o la sensazionale Cappella dei Magi di...

Alla scoperta del Ticino

Da sempre i fiumi sono sinonimo di vita e prosperità. Da Londra a Parigi, Roma e Vienna, passando per Budapest, Firenze e Amsterdam, i...

Una provincia con le ali: un’oasi per il birdwatching

Forse non tutti sanno che, oltre a un ben noto patrimonio culturale, storico e culinario, l’Italia è uno tra i paesi più affascinanti per...

Incanti da fotografare: vedute panoramiche e scorci storici

Polaroid, reflex o anche semplicemente uno smartphone alla mano. Ci siamo: si vanno a realizzare fantastiche foto ricordo nel territorio novarese. Se desiderate ottenere...

In fuga verso lidi lontani: itinerari per intenditori in bici da corsa ed e-bike

La storia d’amore tra gli Italiani e la bici da corsa ha radici lontane. Attraverso il ciclismo si potrebbe tracciare la storia culturale moderna...

Sulle ali della fantasia: il Lago d’Orta che non ti aspetti

Incastonato tra le montagne, un gioiellino come il Lago d’Orta non passa inosservato e vederlo per la prima volta, arrivandoci in macchina, o scrutandolo...

Dove la fede si apre a nuovi orizzonti: le meraviglie tra laghi e montagne

La provincia di Novara da sempre attrae numerosi visitatori, forse di passaggio lungo la Via Francigena o la Via Settimia, incuriositi dalle numerose testimonianze...